Soufflé al formaggio

Vi capitano quei giorni in cui avete desiderio di qualcosa di buono ma non sapete bene cosa? Ero lì che pensavo e ad un certo punto mi si è accesa una luce.

Soufflé al formaggio.

Avevo praticamente tutti gli ingredienti meno che la cosa che serve: lo stampo da soufflé…. Questa casa ha una cucina che non può contenere tutto quello che mi piacerebbe (infatti un servizio di piatti è nell’armadio della biancheria 😬) e così lo stampo manca, mi sono arrangiata, ho usato una pentola. Vi assicuro che il gusto non ne ha perso, però!

Ingredienti:  per 6 persone

  • 400 ml. latte
  • 50 gr. parmigiano + un po
  • 60 gr. farina
  • 70 gr. emmental
  • 60 gr. burro
  •  6 uova
  • sale e pepe

Come si fa: Per prima cosa grattugiare i formaggi, imburrare leggermente i ramequins o uno stampo grande da soufflé e cospargere con del parmigiano extra  i contorni e la base. Preparare la besciamella sciogliendo il burro ed aggiungendo la farina in un colpo solo mescolare sino a formare il roux. Versare il latte e cuocere la salsa per 10 minuti. Aggiustare di sale e pepe ed unire i formaggi. Travasare il composto in una ciotola ed unire un tuorlo alla volta. Amalgamare bene. Montare a neve fermissima i 6 bianchi ( veramente fermissima, è qui il segreto) e unirli poco a poco al composto. Mescolate delicatamente e con calma dal basso verso l’alto (altro segreto per non “smontare” la preparazione). Riempire gli stampini o lo stampo singolo ( per me nella mia pentola…) per 3/4. Cuocere in forno già caldo a 160 gradi per 25/30 minuti i ramequins e 35/40  lo stampo grande. Mi raccomando appena pronti portate subito in tavola.

Ultimissima cosa, se decidete per uno stampo grande, che io trovo decisamente più conviviale, usate un bel cucchiaio. (suggerimento solo lato estetico 😉)

Enjoy!

p.s. ho comperato i ramequins e finiranno anche loro nell’armadio della biancheria ☺️

foto @pinterest e @mypiesite

I giovani ed il covid19

Questo virus ha davvero scombussolato le nostre vite. Ci divide ma nella realtà ci fa sentire più vicini gli uni agli altri. Questa è una delle cose positive che ci sta regalando nonostante le tante privazioni che ci infligge.
Mi sono soffermata a pensare a cosa succede nelle case quando si hanno bambini, adolescenti o giovanotti (termine che usava mio nonno Isa) chiusi fra le quattro mura. Ragazzi abituati ad andare a scuola, fare attività sportiva, suonare uno strumento, fare le vasche il pomeriggio o andare a mangiare la pizza il sabato sera. Quali sono i pensieri che passano nella loro testa in questi momenti? Rimpiangono quello che prima davano per scontato? Anzi, che a volte proprio non volevano fare? Avete idea di quante volte vi hanno detto: oggi niente piscina mamma? oppure forse ho la febbre, posso stare a casa?  (c’era la verifica di matematica….) Ai più grandi mancheranno gli amici, ai più piccoli i nonni ed i loro racconti.

Chiacchieravo con amiche al telefono ed ho fatto qualche domanda su cosa succede in casa, su come passano il tempo i figli e mi sono stupita. Si perché stanno dimostrando una forza incredibile, una adattabilità non sospettabile. Non sono i ragazzini viziati che spesso le cronache ci dipingono. Si applicano durante le lezioni online oppure preparano e danno gli esami universitari, aiutano in casa (beh, non tutti…) sono più aperti nei nostri confronti e parlano un pochino di più delle loro cose. Si ingegnano e cercano di sfruttare questa prigionia a cui sono costretti. Sì perché i nostri ragazzi sono forti ed hanno idee geniali.

È il caso di DANIEL mio nipote putativo (nel senso che lo ritengo proprio nipote ma nella realtà sono la sua madrina di battesimo). Daniel è universitario ad H – FARM ed assieme ad altri ragazzi che studiano in BOCCONI hanno creato una piattaforma dove piccole botteghe offrono la possibilità di fare la spesa online e poi la consegnano a casa.  Il sito si chiama

Iocomproacasa.it

È un’idea utile specialmente in questo periodo in cui tutti siamo agli arresti domiciliari. Iocomproacasa.it si occupa di mappare tutti i negozi che si stanno attrezzando per offrire il servizio di consegne. Dalle piccole botteghe, ai ristoranti, alle pizzerie. L’utilizzo della piattaforma è semplice. Si entra, si digita il nome del paese o il tipo di attività e si hanno notizie utili come gli orari d’apertura ad esempio o quali sono i negozi che offrono  la possibilità di avere la spesa davanti alla nostra porta senza dover uscire di casa.

La trovo davvero un’idea geniale, utile e spero possa crescere in maniera esponenziale, non solo perché Daniel è uno degli ideatori ma perché può essere un buon aiuto alla comunità in questo momento.

Questo periodo ci farà crescere sotto tanti aspetti, ne sono certa. E come ogni cosa che porta preoccupazione e dolore ci renderà più forti, più reattivi, più responsabili, più generosi ed alla fine decisamente migliori!

 

I biscotti alla panna

Vivendo a New York mi capita di non trovare alcuni prodotti italiani che amo. Le MACINE sono dei biscotti che mangio sempre volentieri e visto che in questo periodo frequento poco i supermercati  ho pensato di provare a cuocerle a casa. L’esperimento è riuscito, i biscotti sono deliziosi e profumati, la panna li rende morbidi da sciogliersi in bocca, così visto il risultato ho pensato di proporvi la mia ricetta.

Ingredienti:

  • 350 gr. farina
  •  60 gr. burro
  • 150 gr. panna fresca
  • 180 gr. zucchero
  • 1 uovo
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci

Come si fa: Nella planetaria, unire il burro a temperatura ambiente allo zucchero, aggiungere l’uovo intero e la panna. Setacciare  la farina, aggiungere il lievito ed unire all’impasto. Lavorare sino ad ottenere un composto  liscio. Dopo aver dato all’impasto la forma di una palla, avvolgiamolo in un foglio di pellicola trasparente per alimenti e mettiamolo a riposare in frigorifero per circa mezz’ora. Passato il tempo necessario stendere la pasta su una spianatoia infarinata ad uno spessore di 3/4 mm e ricavare dei cerchi con un taglia biscotti o un bicchiere (io ho usato un coppapasta da 6 cm) Con l’aiuto di uno stampino più piccolo (ho usato il retro di una pipetta per le decorazioni della sac à poche) fare il buco centrale. Foderare con carta forno una teglia, disporvi i biscotti e cuocere in forno a 180 gradi per circa 10/15 minuti. Una volta raffreddati sono perfetti con il latte del mattino o il tè del pomeriggio (ma anche prima di andare a dormire come ricompensa della giornata 😉) 

Enjoy!

Foto @mypiesite

#Covid19 sempre da New York

Buongiorno a tutti, (forse sarebbe meglio buona sera per voi?) Sono sempre qui, a guardare  il cielo da dietro una finestra,

1AEE0A2E-3602-4243-802A-2D236A6213F1immagino voi facciate lo stesso (a meno che non abbiate un pezzetto di giardino e nel caso sappiate che avete tutta la mia invidia… 😬🤪😂) ma in questo periodo funziona così…

Seguo sempre come vanno le cose in Italia e sono un pochino sollevata vedendo che   le misure prese stanno  davvero funzionando. Sono particolarmente attenta alla Lombardia visto che i ragazzi sono a Milano ma osservo anche tutto il resto 😉. Continuate  a comportarvi con consapevolezza, a rispettare le regole.  Ancora  qualche sacrificio e  poi…. potrete tornare ad abbracciare tutti, a bere il caffè al bar e a passeggiare nei prati.

Volete sapere cosa succede qui da me? Dunque, la preoccupazione sale, sale tanto. Come vi avevo già detto il governo con qualche momento di ritardo ha fatto partire l’ingranaggio. A New York, una fra le città più colpite, si sono approntati ospedali da campo, uno anche  a Central Park.

34207224-B611-4601-967A-7C324E65AF9Ded è arrivata la nave ospedale della marina militare americana USNS COMFORT a supportare gli ospedali della città che sono al tracollo. Questa unità non avrà pazienti ammalati di Coronavirus ma curerà tutte le altre emergenze. È ancorata sotto casa, la cosa non so se mi dà più sicurezza o agitazione, comunque è lì e medici e personale tutto, sono all’opera per aiutare quando occorre. Ecco il video che ho fatto al momento dell’attracco.

A4CA8B6D-20BC-431C-BBF4-9513E0126F66Il nostro governatore MR. CUOMO, non ha ancora applicato lo STAY AT HOME ORDER – come hanno fatto altri stati – ma ha finalmente deciso di chiudere i parchi gioco che spesso accoglievano bambini  e genitori durante le giornate assolate. I parchi cittadini sono ancora aperti perché ritiene che passeggiare e correre siano indispensabili per la nostra salute…. Saremo in perfetta forma quando il COVID 19 ci colpirà… Sì avete ben letto fra le mie parole, la cosa mi fa infuriare! Guardate questa foto  scattata ieri, primo giorno di Aprile, a CENTRAL PARK .

E067CB8E-B015-4498-B256-4F4B301E0C02Detto ciò parecchi newyorchesi    lavorano da casa o stanno in casa (a parte quando escono per la corsetta o la passeggiatina…) perché è pressoché tutto chiuso. I più fortunati si sono trasferiti nelle case di vacanza ed hanno abbandonato la metropoli. Qui c’è ancora la possibilità di spostarsi da un luogo all’altro a patto che all’arrivo a destinazione si osservi un periodo di quarantena. La città ha un aspetto singolare e silenzioso, un po’ spettrale. Anche qui si sentono le sirene delle ambulanze e la cosa mi mette tristezza e preoccupazione.

Cosa succede nella mia quotidianità? Come molti di voi cucino, pulisco e faccio qualche lezione di kickboxing via web, poi mi doccio, mi vesto e mi trucco. Ho anche preso in mano ago e filo per fare delle mascherine visto  che quelle ordinate alla fine di gennaio non sono ancora arrivate… ( ho rifatto altri ordini, wish me luck🤞🏻) Voi come state?

Qualche sera fa ascoltavo TRUMP durante la sua conferenza stampa. Ha usato il termine WAR . Ha detto : “Siamo in guerra e come in guerra agiremo” Se da un lato queste parole possono fare paura dall’altro capisco. Siamo in guerra contro  questo VIRUS  e come in guerra si agirà. Si lotterà sino alla vittoria senza risparmiare le forze. Vinceremo!

WE WILL WIN, STAY SAFE!

Vi mando un grande abbraccio e grazie per passare da qui. 💕

 

Foto web e mypiesite

mypiesite

tutto è possibile!!!

A casa di Bianca

Vivere con gentilezza

160over90 Blog

Just another WordPress site

Csaba dalla Zorza

tutto è possibile!!!

Snow in Luxury

Just a perfect ....

uncucchiainodizucchero

consigli di cucina

Folate di vento caldo

Un alito caldo ci accarezzi il cuore

Creando Idee

Idee e articoli per rendere meravigliosa la casa

passeggiandoingiardino

i fiori del giardino per creare composizioni floreali per il matrimonio e la casa

Doduck

Lo stagismo è il primo passo per la conquista del mondo.

Melania Licata

Cucinare seguendo il ritmo delle stagioni

gioiellidiale

gioielli(e non solo) in ceramica raku,creazioni in maglia e uncinetto e dolcini naturali!

Most Lovely Things

Live Simply * Live Beautifully

illaboratoriocreativodiscarlett.wordpress.com/

Il blog della creatività a 360 gradi!

VITAINCASA il lato rosa della vita

Ricette, casa, simple lifestyle e cose rosa

LUOGHI D'AUTORE

Il Magazine del Turismo Letterario

Snow in luxury

Just a perfect

infuso di riso

perchè nella vita ci sono poche ore più gradevoli dell'ora dedicata alla cerimonia del te pomeridiano (H. James)