Pranzo con amiche

Cosa c’è di più bello di un pranzo fra amiche?  Si lo so forse anche altre cose ….  ma riuscire  a trovare 2 ore per noi stesse è impagabile e spesso anche un’ardua impresa  specialmente se si è giovani donne con famiglia e lavoro a carico…. Io però ho una “certa età”, figli già grandi e meno impegni urgenti a cui far fronte (oppure sono solo più “saggia” 😉) e ogni tanto questo appuntamento lo trovo indispensabile. Così con tre mie amiche ci sediamo a tavola e partiamo con le chiacchere (c’è chi si deve prendere una giornata di ferie a volte, ma qualche sacrificio bisogna pur farlo no? ….)

Il luogo d’incontro può variare,  a casa di una  di noi oppure sedute per un pranzo veloce in un bar del centro, va bene tutto.  Le scuse  sono varie: il rientro dopo un viaggio, la laurea  di un figlio, lo scambio d’auguri per un compleanno, un problema da risolvere, un dispiacere da condividere (sì perchè le amiche fanno anche questo, giusto?) o un pettegolezzo su cui ridere.

Oggi siamo state ospiti di Monica che ci ha viziate con un pranzetto super gustoso. Un’ottima pasta con verdure per iniziare e un dolce di cioccolata e noccioline da leccarsi le dita per finire.

Il tempo è volato; argomento odierno le vacanze di Patrizia. Vacanze lunghissime e in un posto ideale per fare surf  ma dove non c’era il panettone così, al rientro, se n’è mangiata uno da un chilo tutto da sola, da lavanda gastrica insomma….

L’amicizia è un dono grande,  ci conosciamo da tantissimi anni ed anche se ci sono stati momenti in cui, per svariati motivi, non ci si vedeva con assiduità quando ci si parlava era come se il tempo non fosse trascorso; il discorso ripartiva esattamente da dove era rimasto. L’alchimia misteriosa  e l’affetto che legano ad un amico sono inspiegabili e sono grata di avere persone con cui condividere tutto ciò.

Tempo scaduto, bisogna rientrare…. lasciamo Monica e approfitto di un passaggio per tornare a casa. Sto ancora ridendo all’idea di Patrizia ed il panettone

Annunci

25 Replies to “Pranzo con amiche”

      1. È vero Gisella avere un ‘ amica ritagliarsi un po di tempo per stare insieme è importante ci dà quell ‘ energia che a volte serve per poter affrontare il tram tram che la vita ci pone.Buona serata

        Liked by 1 persona

  1. Ti ho conosciuta per caso attraverso il mio blog e poi al Csaba raduno ed è’ come se ti conoscessi da sempre, un giorno mi hai chiesto ” ma che amiche hai?”… Dopo aver letto uno dei miei post …. Dove ero delusa per l’ ennesima volta… Un tempo organizzavo anch’ io tea e cene per le amiche…. Poi è’ terminato tutto ingoiato dalla fretta del vivere!!! Ti invidio in senso buono…. Moltissimo!!! E a volte mi sento davvero sola!! Lory

    Liked by 1 persona

    1. cara Lory, credo fermamente che l’amicizia sia un dono raro.L’amicizia è stima, affetto, pazienza, condivisione di pensieri, gioie e dolori. Un amico è colui che ti capisce e che ti conosce, che non si offende se dici quello che pensi. Hai ragione troppo spesso la fretta e l’egoismo fanno naufragare belle amicizie.
      Tu non sei sola, se ti guardi bene attorno sono certa che vedi di non essere sola! E poi si può sempre ricominciare e trovare nuovi amici con cui condividere passioni, momenti di svago, un tè. Con pazienza e perseveranza tutto si può fare.
      Ti stringo con affetto e non vedo l’ora di vederti. 😘

      Liked by 1 persona

  2. Buona sera Gisella, bellissimo questo incontro con le tue amiche, e’ vero l’amicizia e’ molto importante, però secondo me deve essere sincera, cioè vera! Io ho una carissima amica dai tempi della scuola materna!!!! Sono passati tanti tanti anni ma ci sentiamo per una chiacchierata, una confidenza, aiuta moltissimo, e devo ringraziare Csaba per avermi fatto conoscere voi signore attraverso il blog! Sono felice ! Grazie 😍💚 Ciao!!!

    Liked by 1 persona

    1. Ciao Maria Luisa, verissimo quello che dici! L’amicizia vera è quella che supera gli ostacoli della vita di tutti i giorni, è quella dove l’invidia e la gelosia non esistono, è quella dove la certezza dell’aiuto disinteressato vince. E non è assolutamente facile da trovare ma quando c’è non la si deve lasciare scappare.
      Anch’io sono felice di averti conosciuto, veramente! Un abbraccio 🤗

      Mi piace

  3. Io invece credo di non aver mai avuto “amiche vere” ma non vedo la cosa negativa, ovvero ho tante amiche ma nessun legame forte nonostante anch’io continui a vedere amicizie dei tempi di scuola, però sento di legami cosi stretti che rapportati ai miei me li fanno sminuire, io mi son sempre definita “amica di tutte e amica di nessuno” non so se è bene o no ma così è….comunque queste riunioni tra “amiche” le facciamo spesso anche noi ma mai successo di farlo per pranzo….magari a cena appena una di noi( e siamo un bel gruppo di 10) ha casa libera dal marito 🙂 oppure ci si trova periodicamente per un apericena in qualche locale preferibilmente con musica a basso volume perché vogliamo farci 4 chiacchiere e ridere un po’ alla leggera anche se ultimamente ogni volta qualcuna ha sempre un “acciacco” in più….ahimè…la gioventù.

    Liked by 1 persona

    1. Ciao Katia! Credo esistano tanti tipi di amicizia ed ognuno di noi sceglie quella che gli “sta bene”. Le mie sono quelle che ho raccontato sino a qui, i miei valori sono quelli che hai letto ma non tutti siamo uguali giusto? Perchè sentirti sminuita quanto senti di legami differenti dal tuo? È come dire: io preferisco la cioccolata alla crema ma entrambe sono buone e non per questo una deve essere migliore dell’altra. Per quanto riguarda gli “acciacchi”, capisco….. bacio

      Mi piace

  4. Ciao! Come vorrei incontrare le amiche per pranzo o per cena!!!! Ogni volta che si decide qualcosa si ammala qualche figlio… Così abbiamo optato per la colazione insieme dopo aver accompagnato i figli a scuola. È il nostro momento, si chiacchiera, si ride, si chiede consiglio insomma si sta un po’ fra amiche😊.
    Poi si inizia la giornata!
    Un abbraccio Gisella

    Liked by 1 persona

    1. mi hai riportato alla mente quando anch’io facevo la stessa cosa. Portavamo i bambini a scuola e poi ci si vedeva per un caffè, son passati tanti anni…. che nostalgia…. Bello uguale! L’importante è vedersi😉
      Un bacione Monica

      Mi piace

  5. Lory, come vorrei abitarti vicina! Non vedo l’ora di rivederti (manca poco)!!!
    Gisella cara, io per un po’ di anni ho provato ad organizzare cene, di coppia e nel week end intendo per questioni logistiche (lavoro, impegni vari settimanali). Beh ho smesso.
    Percepivo dai miei ospiti un profondo senso di imbarazzo e disagio. Molto probabilmente non sono mai stata una grande padrona di casa o forse dipendeva dal fatto che non tutti sono abituati a certe accoglienze e preparazioni.
    Quando cucino lo faccio alla grande, dolci ricercati, pietanze a base di pesce… i miei amici invece sono del genere Mc Donald. Quindi capitava che, oltre a sentirsi a disagio, non erano neanche in grado di gustarsi una cena come si deve perché non erano abituati a certi sapori!
    Così l’anno scorso a giugno, quando ho organizzato l’ultima cena a casa in giardino, ho pensato di preparare qualcosa di poco impegnativo come pasta fredda e torte salate. Beh mi credi che ho ricevuto delle critiche???! Si aspettavano “di più”. Li ho deciso di chiudere definitivamente il “B&B Valentini” e organizzare solo cene fuori. Amici più di prima.
    Ognittanto mi chiedono se cucino ancora perché non parlo più di cucina e non vedono più foto su facebook, gli rispondo che ho rallentato un po’… non è vero ma così faccio felici tutti!
    Un po’ mi dispiace perché io sono quel classico tipo che ti dimostra affetto cucinando, in questo modo sento di esprimermi poco, ma sto imparando a “comunicare” in modo differente.
    Cucino per me e i miei famigliari, cerco gli ingredienti migliori e li coccolo più che posso. Con gli amici so che un “andiamo a mangiare un panino?” li manderebbe al settimo cielo e quindi così faccio.
    Sai cosa penso del buon cibo, l’atmosfera che crea una buona cena… so che accontentando gli amici a mangiare l’hot dog dal paninaro si perde un’occasione per fare buona conversazione e condividere pensieri profondi… pazienza. Credo ci perdano più loro che io. Sabato io e Federico siamo andati a cena nel nostro ristorante preferito, il migliore di Treviso secondo me, ed è così triste pensare che ci sono persone che non sono assolutamente in grado di degustare un ottimo vino e conversare piacevolmente tra una portata di pesce crudo e un dolce da mille e una notte.
    Chissà se prima o poi troverò amici che viaggiano sulla mia stessa lunghezza d’onda….
    Cavolo se mi sono dilungata………. 😀

    Liked by 1 persona

    1. Sai Lalla che questa cosa credo che accomuni molte di noi? Anche a me è successo, anche se con una sola coppiavolta, ma mi è stato riportato che dopo averli invitati a cenapranzo, la moglie abbia detto chw non avrebbe potuto ricambiare perché non si sentiva all’altezza e questopoi credo soli per avere seguito i consigli della mia ex guru, si

      Mi piace

      1. Dicevo….si perché ultimamente ho deciso di tornare alla mia normalità senza “scopiazzare” più di tanto che poi diventa inutile se dall’altra parte.c’è chi non capisce.

        Mi piace

      2. Si esatto! Mi sono sentita dire proprio questo, che loro non sarebbero mai state all’altezza. Che poi che problemi si fanno, non è mica una competizione! Mi piace apparecchiare bene e servire una cena fatta in casa, se tu vuoi ordinare la pizza a casa tua, va benissimo così.
        Però…. è capitato quest’estate che una mia amica mi abbia lanciato un SOS per una cena romantica, non sapeva da dove cominciare e così la sera prima sono andata a casa sua, abbiamo preparato in anticipo antipasto, piatto principale, dolce e le ho spiegato come apparecchiare, abbinare i colori e disporre le candele… successone!
        Piccole soddisfazioni 🙂

        Mi piace

    2. ciao Katia, ogni tanto “scopiazzare” a livello culinario ci può stare, prendere nuove idee e farle diventare nostre magari con qualche “correzione” personale a me piace… certo che non stravolgerò mai completamente il modo di cucinare xchè le mie tradizioni famigliari sono quelle e mi piace tramandarle.
      Bacione grande

      Mi piace

  6. Ah, tornando al discorso amiche, avevo anche organizzato delle serate “tupperware” “avon” e con la scusa preparavo un piccolo buffet… l’imbarazzo si tagliava col coltello. Quella che non conosceva il guacamole e non era abituata a certi sapori, quella che era a dieta, quella “hai cucinato troppo” quella che “io a casa mia posso offrirti le patatine della busta”. Nessuna che ne godeva, che ne approfittava, che coglieva l’occasione di mangiare qualcosa di diverso o farsi semplicemente coccolare. Mai più.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...