È tempo di lavoro a maglia

Pochi giorni fa sistemando l’armadio di mio figlio Tommaso, che ha fatto un bel “repulisti” visto che si è trasferito all’estero per lavoro, mi è capitato fra le mani un pullover che avevo fatto qualche anno fa.

Lavorare a maglia è stata una mia passione per parecchio tempo. Mi aveva insegnato mia mamma quando ero piccola.  Mi ricordo che come tutti iniziai facendo una sciarpa ( la cosa più semplice al mondo, ciò nonostante qualche buco c’era….)  avendo poi acquisito un pò di dimestichezza con aghi e gomitoli mi ero lanciata nel fare gonnelle e top alla mia Barbie (mi sembravano bellissimi anche se usavo avanzi di lane che mi dava la mamma) ed alla fine, coraggiosamente, mi sono fatta un pullover di cui ero orgogliosissima!  Quando mi sposai e rimasi incinta iniziai a sferruzzare per i miei bimbi; scarpine, berretti, golfini. Era una meraviglia andare in tutti quei negozi di lana (ora ce ne sono decisamente meno, mi sembra…) e passare parecchio tempo a scegliere il colore e il tipo di lana più adatto per quello che volevo “produrre”.

Lavorare ai ferri era una cosa che mi rilassava, mentre le mani erano impegnate a passare un punto da un ferro all’altro la mia mente poteva divagare, riposare o concentrarsi oltre che sul lavoro  anche su cose che mi stavano a cuore. Il tempo passava velocemente e al momento di staccare le mani dai ferri e vedere quanto era avanzato il mio lavoro mi scappava sempre un sorriso (beh qualche volta ho dovuto anche disfare e lì proprio il sorriso non c’era….).

Mi ricordo di un pullover tipo “Norvegese” che feci a mio marito come regalo di Natale prima di sposarci (e qui parliamo di taaaanti anni fa), il primo paio di scarpine bianche fatte per Niccolò che  abbinavo ad un golfino micron azzurro che aveva dei coniglietti bianchi (e conservo ancora entrambi in una scatola in cantina) e un  berretto che si metteva sempre Tommaso per allenarsi a calcio quando era alle elementari.

Tutto ciò per dirvi che il mese di Febbraio mi sembra il più adatto per ricominciare a sferruzzare. Le temperature sono ancora severe (almeno a Varese), la sera scende ancora prestino, il camino lo accendo sempre così mi vedo già seduta comodamente in poltrona con in mano aghi e gomitolo a “creare” un bel pullover soffice e caldo da indossare quanto prima.

Che fate? Seguite il mio esempio? La knitting therapy è quanto ci serve a volte per staccare la presa dalla vita iperimpegnata a cui siamo “abituati”. È come dire: “ora dedico un’ora tutta a  me e mi rilasso” che poi, alla fine, ci si ritrova anche con qualcosa di bello per noi /marito/figli/fidanzato/nipoti/ amiche…..

Su ragazze proviamoci!

immagi dal web

Annunci

23 Replies to “È tempo di lavoro a maglia”

  1. Ciao cara Gisella, questo tuo racconto, bellissimo, mi ha commosso,perché mi ha fatto ricordare un periodo bellissimo, quando con la mia carissima nonna lavoravo a maglia, non che io fossi stata un gran che brava, ma con la sua dolcezza mi insegnava ed in particolare ricordo un bel maglione al quale ero molto affezionata perché fatto da me ma con l’aiuto della nonna! E’ da tanto che non prendo più un gomitolo di lana grazie per questo bel suggerimento! Un bacione ,😘 con affetto ,buona serata 😊

    Liked by 1 persona

    1. eh sì! mi sono ritrovata nella tua storia, dalle Barbie alle creazioni per i bimbi. Che bello lavorare a maglia, me lo riprometto sempre ma poi gli impegni hanno la meglio.
      …ed i negozi di lane!!! erano una vera tentazione. Hai ragione stanno proprio diventando rari. A Parma presto chiuderà lo storico negozio “Zuccheri”, quando l’ho scoperto ho avuto una fitta al cuore…era un negozio stupendo, iper fornito e con esposizioni di creazioni che meritavano una visita. Che peccato!

      Liked by 1 persona

      1. ciao Maria Cecilia anche tu hai fatto golfini e scarpette ai tuoi bambini? So che non sarà facile ma voglio ritrovare il tempo di dedicarmi al lavoro ai ferri. Sto pensando ad una nuvola rosa delicato per questa primavera da abbinare anche ad un paio di jeans. Che dici?
        Buona serata !!

        Mi piace

  2. Cara Maria Luisa, mi fa sempre piacere leggere i tuoi commenti. Ma hai ancora il pullover fatto sotto la direzione della nonna? Io ho ancora dei cappellini fatti da mia mamma qualche anno fa ai miei ragazzi, ora nn sferruzza più ma i suoi berretti sono ancora in uso….
    Un abbraccio grande, tanti baci e a presto 💋

    Liked by 1 persona

    1. Ciao Gisella ,buon giorno 😊, il maglione non so se l’avrò più, e’ passato tanto tempo purtroppo!!! Forse in soffitta a casa della mia mamma in qualche scatolone, andrò a rovistare nei ricordi!!!! Bacioni e buona giornata 😊

      Liked by 1 persona

  3. cara gisella
    è un arte che non sono riuscita a fare mia purtroppo…eh sì che mia nonna e la mia mamma erano bravissime… ammiro chi come te ha la pazienza e la maestria di saper creare dal nulla, solo con ago e fili, soffici sogni di lana:)
    buona serata
    daniela

    Mi piace

  4. Chissa se è Hygge pure questo…io ho sferruzzato veramente poco nella mia vita anche se ne sono capace, la mia di nonne mi aveva insegnato a fare lo scialle con “l’uncinetto” , qualche anno.fa invece mi ero appassionata al punto croce ma è durato giusto il tempo di fare un pannello carinissimo per il cesto della biancheria sporca e poi stop…non trovo mai del tempo utile..la sera mi addormento.

    Liked by 1 persona

    1. ti addormenti perchè ti svegli all’alba….. 😬 a me è sempre piaciuto molto sferruzzare e forse è anche Hygge non so, ma è una cosa che vorrei proprio ricominciare a fare…. sto invecchiando? una volta avrei pensato di andare a correre…. magari cerco di fare entrambe…. Baci Katia e fatti sentire 😘

      Mi piace

  5. Gisella, mi ritrovo anch’ io nel tuo racconto.. ho sferruzzato per anni… maglioni, coperte… poi era passato un po’ di moda… ci ho riprovato anni fa… un sacchetto per la boule dell’ acqua calda… alla fine me lo sono dimenticato … in fondo ad un armadio… lavoro a metà… Mi piacerebbe riprendere.. ma poi mi dico “avro’ ancora la voglia di indossare un maglione fatto da me…??” Un abbraccio e grazie per farci vivere belle e semplici emozioni. Lory

    Liked by 1 persona

  6. ciao Lory, dipende io un bel maglione morbido e caldo fatto con i ferri grossi e di un colore neutro me lo metterei per andare nel mio angolo di paradiso in montagna…. certo lo si può pure acquistare ma…. credo che ad ogni momento della vita corrisponda un ns desiderio, forse io sono nel momento tricot, il momento in cui ho bisogno dilasciare la mente a riposo e le mani al lavoro…. è un po quello che mi succede quando faccio una torta o il pane ma ora lo sferruzzare mi ispira proprio (continuerò comunque a fare pane e dolci 😬😊) Vorrei fare degli americani in cotone per il mare. Ti piace? ( la lista di quello che farei è più lunga ma meglio darsi una calmata e partire 😉)

    Mi piace

  7. Il knitting è un’attività rilassante che ci permette di entrare in contatto con la nostra interiorità. Un po’ come lo yoga. Avevo imparato pure io; un dritto e un rovescio e avevo confezionato la mia prima coperta di Barbie. Poi non ho più continuato a sferruzzare. Mia suocera è bravissima, confeziona per Ginevra maglie bellissime e si rilassa. Buon pomeriggio.

    Liked by 1 persona

    1. ciao Roberta, hai ragione è un’attività rilassante. In più la knitting therapy è utile anche per alleviare alcune malattie fra cui anche quelle legate all’alimentazione. Io molto più semplicemente sferruzzo perchè mi da soddisfazione dire:l’ho fatto io!😉
      Buona serata 😘

      Liked by 1 persona

  8. Mi ci ritrovo anch’io. Da piccola avevo la “maglieria magica” con cui confezionavo abiti per là Barbie. Mia nonna la ricordo coi ferri a lavorare calze in lana che mio papà metteva anche in estate (la lana è igroscopica e contrariamente a quanto si potrebbe pensare andrebbe bene anche col caldo). Io ho sempre preferito l’uncinetto ma penso che coi miei problemi alle mani non potrò fare né l’uno né l’altro.

    Liked by 1 persona

  9. Quanto mi piacerebbe imparare a lavorare a maglia! Ma davvero tanto! Purtroppo non conosco nessuno in grado di insegnarmi la tecnica, ho provato a chiedere a qualche conoscente, niente.
    Che poi dovrei comunque aspettare tempi migliori… temo che a breve dovrò operarmi al tunnel carpale, il polso fa sempre più male ma sto rimandando per non assentarmi dal lavoro… uff…

    Liked by 1 persona

  10. Ciao Gisella che tenerezza questo post. Io adoro lavorare a maglia. Le mie nonne erano bravissime una all’uncinetto (ho una coperta matrimoniale bellissima fatta dalla nonna paterna) e l’altra ai ferri …la nonna materna che mi ha trasmesso questa passione e poi la mia mami. Mi piace molto sferruzzare anche se sto cercando di imparare un po’ meglio l’uncinetto, ma dal centrino salta sempre fuori un cappellino :)…ma piccola soddisfazione sono riuscita a fare una tovaglietta per la colazione mettendoci un po’ di impegno. Da piccola mi facevo le canottiere in fettuccia in vacanza dai nonni…la fettuccia tra l’altro è tornata di moda per oggetti per la casa a vedere su IG :). Sono sempre grandi soddisfazioni i lavori homemade. Buona giornata Luisa

    Liked by 1 persona

    1. Dimenticavo…anche mia suocera era bravissima, ho “ereditato” la sua collezioni di ferri di tutte le misure…anche all’uncinetto creava dei capolavori e ogni tanto tiro fuori la tovaglia decorativa per la tavola in cucina per la gioia del mio maritino :). Buona giornata baci Luisa

      Mi piace

    2. ma sai che un pullover estivo in fettuccia l’ho fatto anch’io? Era azzurro chiaro e mi piaceva un sacco…. bella l’idea delle tovagliette all’americana, bravissima ma quante ne farai? io ne avrei bisogno almeno 4 😜 no pensavo che le avrei fatte anch’io per l’estate.
      bacio
      p.s. anch’io ho dei ferri per il lavoro a maglia di mia mamma, anche di sottilissimi che credo non utilizzerò mai 😬

      Mi piace

      1. Diciamo che la mia intenzione era proprio di farne 4 😁 e portarle per la casa al mare…ma intanto mi sono arenata, una all’uncinetto è una ai ferri :). 😘

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...