Una sera a cena chez moi

Mi piace cucinare, mi piace vedere gli amici, mi piace stare a casa…. quindi spesso ci si riunisce a casa nostra seduti davanti ad un piatto fumante e ad un bicchiere di vino.

Quando invito  a cena seguo sempre lo stesso “rito”. Parto qualche giorno prima pianificando  chi invitare, telefono almeno una settimana prima della data prestabilita e poi mi immergo nei miei amati libri di cucina  davanti ad una tazza di té caldo e comincio la ricerca delle pietanze che formeranno  il menù. Menù che di solito segue le stagioni, mi piace cucinare funghi, zucca, mele in autunno e qualcosa di più fresco e leggero in estate. La tavola segue la stessa sorte, quindi la tovaglia sarà nei toni scuri per l’autunno/inverno e chiari e leggeri per la bella stagione. Mi piace adornarla con fiori o candele; in questo periodo prediligo zucche, castagne, cavoli ornamentali e tutto ciò che di bello si trova anche in giardino. Trovo che una tavola apparecchiata con cura sia sempre un bel biglietto da visita e se il soufflè si è un po seduto forse si riesce anche a perdonare con più facilità.

img_1084La mia libreria di cucina vanta un certo numero di libri acquistati un po ovunque o regalati da chi sa che li apprezzo. Ci sono libri di cucina americana, francese, italiana, inglese e poi una quantittà di riviste a tema che fra un pò dovrò decidere con dispiacere di “cestinare”. È così che potreste trovarvi  nel piatto un antipasto italiano, un secondo inglese ed un dolce francese…. Detto ciò non ci sono ancora state lamentele quindi la cosa funziona….

La parte successiva, una volta scelto cosa cucinare, è andare a fare la spesa  e poi tornare a casa e mettermi in cucina e dare il via alle grandi manovre.  Negli anni ho imparato ad organizzarmi. Lista con tutte le preparazioni bene in vista e matita a portata di mano in modo da spuntare quello già fatto. Post it attaccati ai piatti di portata in modo da sapere bene “dove va cosa” e non trovarmi all’ultimo istante senza  il piatto per il purè di cannellini….. Mi piace portare in tavola un unico piatto da cui ci si può servire da soli, due i motivi: prendi la quantità che desideri ed è più Family Style, la tavola la vedo come momento di condivisione e le mono porzioni sanno tanto di ristorante…. Per quanto riguarda il vino delego mio marito, è una delle sue passioni e se la cava bene, io poi sono astemia…

Mi piace offrire assieme al caffè o alla grappa dei piccoli treats, noci o datteri ripiene di pasta di mandorle, piccoli tartufi all’arancia, micro meringhette o qualche gelatina alla frutta tutto religiosamente home made.  Ma la cosa veramente importante è stare in compagnia, godersi gli amici, avere il tempo per chiaccherare, ridere e rilassarsi davanti ad un piatto gustoso e fatto con amore apposta per noi.

Che dite preparo?

Annunci

13 Replies to “Una sera a cena chez moi”

    1. ciao, forse la parte che preferisco è decidere cosa cucinare, mi ritrovo con tanti libri aperti e decidere è dura, ma anche alla fine sedersi a tavola tutti assieme non ha prezzo 😉 Buona settimana Rita 😘

      Mi piace

      1. Gisella mi puoi dare la ricetta delle gelatine alla frutta ?😋
        Edoardo le adora e vorrei farle io.
        Grazie, baci

        Mi piace

  1. I tartufi all’arancia??! Ricetta please!
    Giusto giorni fa ho visto in un programma di Lorraine Pascale che, ai soliti tartufi di cioccolato, aggiunge un po’ di rhum.. mmmmh!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...